Visualizzazioni totali

giovedì 30 aprile 2015

RS Components amplia il portfolio di strumenti per la scansione e Modellazione 3D con SCANIFY Scanner

RS Components amplia il portfolio di strumenti per la scansione e Modellazione 3D con SCANIFY Scanner


RS Components- http://www.rs-online.com/  un marchio di Electrocomponents PLC, un distributore globale per l’ingegneria, hanno aggiunto la commercializzazione dello scanner palmare SCANIFY di Fuel3D https://www.fuel-3d.com/product/  alla loro gamma di sistemi desktop per digitalizzazione 3D e la stampa - https://www.fuel-3d.com/ 


Il dispositivo SCANIFY utilizza una combinazione di stereoscopia e fotometria per creare modelli digitali ad alta risoluzione che includono dati di colore RGB 8-bit. Lo scanner è molto intuitivo ed il suo funzionamento permette all’utente di porre un obiettivo d'inseguimento ottico sull’oggetto in scansione, come riferimento per la correzione di movimento e con un solo click, si riesce a catturare tutte le immagini necessarie per creare il modello.

Capace di esportare l’immagine acquisita in vari formati di file come STL usati da molte stampanti 3D, SCANIFY supporta anche OBJ e PLY, che possono essere direttamente esportati in vari software di progettazione o di animazione.


RS Components e Allied Electronics sono entrambi marchi controllati da Electrocomponents PLC, e con attività in 32 paesi, l'azienda offre circa 500.000 prodotti attraverso internet, cataloghi, e punti vendita a più di un milione di clienti. Sono venduti e trasportati oltre 44.000 pacchi al giorno e le loro linee di prodotti vengono acquistati da 2.500 fornitori leader nei settori dei semiconduttori, elettromeccanico, automazione e controllo, elettrici, test e misura, strumento, e mercati di consumo.

Le aziende offrono una varietà di strumenti di ingegneria e le suite di software attraverso il loro sito DesignSpark. http://www.rs-online.com/designspark/electronics/eng/page/mechanical

Nel corso dell'ultimo esercizio, la società ha registrato un fatturato di più di $ 1,8 miliardi.

Scanner SCANIFY si basa sulla tecnologia creata dal professor Ron Daniel, un Docente di Ingegneria Scienze all'Università di Oxford, ed i loro prodotti sono supportati da un team di ingegneri e scienziati di hardware e software.

Gli scanner utilizzano due telecamere montate in stereo e software avanzato per la percezione ed elaborazione della luce catturata, scansioni in 3D a colori precisi e fedeli di un soggetto.

Moonray, una nuova stampante UV DLP 3D a resina calcinabile, viene lanciata su Kickstarter da SprintRay per una campagna acquisizione fondi

Moonray, una nuova stampante UV DLP 3D a resina calcinabile, viene lanciata su Kickstarter da SprintRay per una campagna acquisizione fondi.


Lo scorso ottobre, una startup chiamata SprintRay aveva annunciato l’imminente lancio della campagna per la loro stampante StarRay SLA 3D. Da allora, dopo numerose conferenze stampa e ulteriori up-grade al sistema al 3D Print Week di New York, è stata presentata ufficialmente la macchina della società, la Moonray - http://global.sprintray.us/moonray 


SprintRay- filmato: http://global.sprintray.us/  ha quindi provveduto al lancio della campagna di crowdfunding Kickstarter per questo dispositivo https://www.kickstarter.com/projects/sprintray/moonray-worlds-best-desktop-3d-printer .


Questo modello di stampante UV DLP 3D Moonray, si distingue da molte altre stampanti SLA 3D sul mercato ad oggi. La macchina si presenta davvero molto bene con una livrea nera verde e grigia con un incredibilmente piccolo ingombro. Ma è all’interno che sono riposte le sorprese più eclatanti. La maggior parte delle stampanti SLA basate su DLP- utilizzano proiettori tradizionali che si possono trovare in un sistema home theater qualsiasi. Ma gli ingegneri della SprintRay hanno fatto un passo avanti ed hanno invece creato un proiettore su misura appositamente studiato per loro nuova macchina.

Chiamato Ray1, questo proiettore non è solo il 70% più piccolo e il 90% più efficiente rispetto a un tipico proiettore commerciale, ma produce luce UV 100%, e ha una durata di 50.000 ore. In confronto agli altri proiettori “standard” che emettono luce UV al 5% ed hanno una durata 2000 ore si è raggiunto davvero un salto qualitativo notevole. Ciò si riflette in una uscita della luce molto più uniforme con una distorsione inferiore all'1%, mentre il surriscaldamento e il rumore non è più un problema.


Per quanto riguarda le specifiche tecniche del Moonray, sono le seguenti:
Tecnologia: UV Digital Light Processing SLA
Volume costruzione: 12 x 8.13 x 22.86 cm
Dimensioni stampante: 50,8 x 38 x 38 cm
Risoluzione: X, Y - 100 micron / Z - 20 micron
Min Strato Spessore: 20-100 micron
Velocità di stampa: 0.7 pollici per ora
Curing luce Lunghezza d'onda: 405nm

La Moonray è più che una semplice stampante 3D, è un intero ecosistema, che include il proprio software RayWare con un algoritmo di anti-aliasing per lisciare significativamente la superficie di stampa. Inoltre, SprintRay sta offrendo le proprie resine a prezzi accessibili che sono disponibili in diversi colori, tra cui una resina calcinabile, perfetta per i gioiellieri che fanno fusione a cera persa.


Il Moonray viene offerta su Kickstarter a partire da soli 2.499 dollari, e viene fornita con due litri di resina a scelta. La società sta cercando di raccogliere 100 mila dollari per finanziare la produzione su larga scala della loro nuova macchina. Se finanziata, intendono iniziare le prime spedizioni delle prime unità, nel novembre di quest'anno. Una volta che la campagna Kickstarter si conclude, il Moonray sarà in vendita a circa $ 3.500.

Questo tipo di stampanti 3D sono davvero interessanti perché producono oggetti davvero ben fatti e molto dettagliati. Adesso, con un volume di costruzione che si sta piano piano ampliando, si riesce ad avere anche oggetti di media grandezza che non hanno paragone con la stampa a filamento. La risoluzione raggiunta è incredibile e questa nuova macchina, con il suo proiettore a luce UV al 100% si spinge ancora più in avanti rispetto agli standard qualitativi già elevati con questo tipo di tecnologia.


Per un uso professionale questi modelli in SLA sono davvero molto interessanti, soprattutto visti i prezzi in continua discesa delle macchine in questione.

mercoledì 29 aprile 2015

Grafene 3D Lab annuncia il nuovo filamento per stampante 3D completamente solubile in acqua

Grafene 3D Lab annuncia il nuovo filamento per stampante 3D completamente solubile in acqua


Il 30 aprile, il Chief Operating Officer di grafene 3D Lab Inc, Elena Polyakova, dovrebbe annunciare i dettagli del loro ultimo filamento innovativo solubile in acqua.


Questa ultima aggiunta alla famiglia di filamenti è solubile in acqua e completamente solubile in acqua fredda in appena 30 minuti. Il tasso di dissoluzione è importante perché i filamenti idrosolubili vengono utilizzati principalmente per contenere e/o sostenere gli spazi durante una stampa che sarebbero troppo instabili per essere autoportanti. Dopo il completamento della stampa, i filamenti idrosolubili vengono 'lavati via' lasciando un prodotto pronto per la finitura.

Presidente e CEO di grafene, Daniel Stolyarov ha espresso un grande entusiasmo a riguardo di questo nuovo filamento che FILOPRINT provvederà ad immettere a listino appena disponibile direttamente dalla casa madre.

Questo filamento è completamente ecologico, non tossico, si dissolve completamente in acqua in circa un'ora, e non lascia materiale residuo. Questo filamento riflette i 4 obiettivi fondamentali del grafene 3D. Stiamo creando prodotti che permettono ai designer innovativi di fare di più con la stampa 3D e di espandere così soluzioni e possibilità nuove all’interno di questo fantastico settore.

Il grafene 3D Lab annovera fra i suoi clienti un’impressionante lista di aziende quali ad esempio la NASA, Ford, Apple e IBM che li motivano a continuare a spingere sempre più avanti i limiti dei materiali e delle tecnologie attualmente disponibili. Questa non è una sorpresa dato il calibro del personale dedito alla ricerca e sviluppo è di livello elevatissimo in quanto nel team hanno lavorato addirittura premi Nobel ed hanno ottenuto brevetti internazionali che attestano la loro creatività e competenza.

Il filamento solubile di grafene di certo non è l'unico sul mercato. Questi tipi di filamenti sono più comunemente utilizzati con le stampanti 3D che presentano doppi estrusori dove una testa stampa il materiale prodotto e l'altro estrude il supporto solubile in acqua. A brevissimo vi terremo informati sulla data della disponibilità del materiale, restate sintonizzati!



martedì 28 aprile 2015

La RepRap tedesca presenta il nuovo modello di stampante 3d X350 3D con grande volume di stampa.

La RepRap tedesca presenta il nuovo modello di stampante 3d X350 3D con grande volume di stampa.


Quando si tratta di macchine di qualità, la tedesca RepRap https://www.germanreprap.com/ è tra i leader del settore. La società con sede in Germania Feldkirchen, ha da sempre prodotti in catalogo che sono open source, a prezzi accessibili, e ben accolti dal mercato in generale.


Oggi l'azienda sta per svelare ufficialmente il loro ultimo modello di stampante desktop 3D, finalizzato sia al consumatore che all’utilizzatore industriale, il nuovo modello si chiama RepRap X350 https://www.germanreprap.com/en/produkte/3d-drucker/x350-3d-drucker/ . L'X350 è ricco di funzionalità, con una piattaforma di costruzione riscaldata, camera di costruzione chiusa, e incredibilmente semplice nell’uso ma nello stesso tempo di aspetto elegante. Qui di seguito troverete le specifiche generali per questa macchina RepRap:

Busta di costruzione: 350 x 200 x 210 millimetri
Dimensioni stampante: 600 x 444 x 517 millimetri
Peso: 28kg
Layer Spessore: 0,02 millimetri
Print Velocità: 10-150mm / sec
Velocità di spostamento: 10-300mm / sec
Materiali Dimensioni e Compatibilità: PLA, ABS, PS, PVA, Laywood, PP, Bendlay, Soft-PLA e SmartABS a 1,75 millimetri

Molte stampanti 3D sul mercato oggi utilizzano una piattaforma di costruzione quadrata e di forma complessivamente cubica. Ciò non significa, tuttavia, ottimizzare il rapporto di build-spazio-per-printer-size. Esso limita la dimensione di una stampa in tutte le direzioni per la stessa dimensione di base. La X350, invece, ha una piattaforma di costruzione rettangolare con una larghezza di 35 centimetri allungata. Quello che fa questa nuova macchina è di permettere all'utente di ri-posizionare il modello in un orientamento che può approfittare di questo spazio più grande.



Chi è nuovo di stampa 3D ed è alle prime armi, questa macchina non richiede molte risorse di conoscenza per eseguire il lavoro. Utilizzando un preciso, semplice ed affidabile software; una rete-compatibile (WiFi e LAN) con intuitiva interfaccia web; un nuovo modo a 3 punti base per la calibrazione del letto di stampa, la X350 si rende estremamente facile da usare anche per chi non ha mai fatto una stampa 3d prima. Infine, questa macchina, è costruita con alcuni dei componenti più affidabili e tecnicamente perfetti più usati sul mercato. La sua struttura in metallo e l’ingegnerizzazione tedesca proverbiale, assicurano ottime stampe, precise e proprio come ci si aspettavano.

La società sta offrendo questa stampante 3D ad un prezzo di lancio di € 2,499 per pre-ordini prima del 30 giugno. Le prime unità saranno spedite dopo circa 4-7 settimane da questa data.

venerdì 24 aprile 2015

INKONOVA presenta il suo primo Drone stampato in 3D mini quadcopter racer che vola a 108 kmh! Costruito con elementi stampanti in 3d con filamento XT CF CARBON

INKONOVA presenta il suo primo Drone stampato in 3D mini quadcopter racer che vola a 108 kmh! Costruito con elementi stampanti in 3d con filamento XT CF CARBON


E' da ottobre 2014 che la Inkonova ha deciso di sviluppare in proprio prodotto innovativo nel settore dei droni. In particolare, sono state rilevate diverse opportunità con i multirotors che hanno portato a notevoli miglioramenti nelle prestazioni velocistiche.

Il primo prodotto che è stato interamente sviluppato e prodotto in Inkonova è questo nuovo modello di quadcopter runner. Si tratta di una classe di multirotors DIY che sta diventando estremamente popolare tra gli appassionati, in cui le dimensioni della diagonale motore/motore vanno da circa 200 a 350 mm. Questo drone può estendersi fino a 300-350 mm a ospitare diversi formati di eliche utilizzando tubi in fibra di carbonio o alluminio.


Ci sono due importanti innovazioni e/o miglioramenti in questo nuovo drone runner: in primo luogo, i braccetti possono essere inclinati in modo dinamico (vedi filmanto n°3) . In altre parole, i bracci possono essere inclinati automaticamente quando il pilota inclina in avanti o indietro per guadagnare velocità. I motori supportano l'angolo corretto per il volo in avanti mentre il corpo viene mantenuto in orizzontale. Nel caso di un quadcopter a motore fisso invece si inclina tutto il corpo fino a 45-60 gradi. Questa caratteristica di ribaltamento bracci offre alcuni vantaggi davvero importanti.


Il primo vantaggio è che c'è significativamente meno resistenza aerodinamica dovuta alla minore sezione trasversale della direzione di volo.
Secondo vantaggio: sia la registrazione e /o la vista telecamera in prima persona-view (FPV) è a “faccia avanti” anziché a terra in velocità di avanzamento veloce. Inoltre c'è una velocità di accelerazione più alta in quanto vi è meno massa da ruotare in modo da guadagnare velocità. Fondamentalmente, solo le braccia e non tutto il corpo.


Un altro interessante nuovo aspetto è l'uso un particolare filamento di stampa 3D per gran parte della produzione.
Con prove sul campo, sono stati fatti dei testi con diversi materiali a base di nylon della Taulman ed in fibra di carbonio della COLORFABB e cioè l'ottimo XT CF20 CARBON. Questo filamento si è rivelato essere una miscela di fibre in poliestere / carbonio e possiede ottime proprietà meccaniche e la buona notizia è che è anche relativamente facile da stampare in 3D.


Molti utenti sul WEB sono stati coinvolti infine nella sperimentazione ed implementazione del sistema di inclinazione e il software di controllo che gestisce l'inclinazione in tempo reale dei braccetti motore. I risultati sembrano buoni. In termini di stampa 3D, si è poi utilizzato solo esclusivamente software open source e saranno presto rilasciati dei file di stampa 3D per la maggior parte dei pezzi. Per questo vi consigliamo di rimanere sitonizzati sul nostro sito per fornirvi il link.


Nel frattempo vi consigliamo di prendere visioni di questi 3 filmati davvero interessanti e spettacolari!






FilaFab apre la campagna Kickstarter con i suoi nuovi estrusori ad incadescenza per la produzione di filamenti EX100 - EX350 FILAFAB EXTRUSOR e FILAFAB WINDER

FilaFab apre la campagna Kickstarter con i suoi nuovi estrusori ad incadescenza per la produzione di filamenti


Se siete seriamente ed intesamente fruitori delle macchine di stampa 3D ed avete necessità di creare un gran numero di oggetti, ora è molto più facile ed economico prodursi in casa i filamenti necessari ed è possibile risparmiare fino al 80% sul costo dei materiali stessi. È inoltre possibile riciclare oggetti già stampati (e venuto male) e altre materie plastiche, sperimentare nuovi colori e composti di materiali da estrusione, come ABS, PLA, EVA, HDPE e nylon. La materia prima da estrudere è in pellets che si possono acquistare a prezzi relativamente bassi e quindi rendere competitivo l'uso di questa macchina per chi necessita di molto materiale e non può permettersi di comprare tante bobine che sicuramente costeranno molto di più.


Edward Clifford, è il Delegato per Innovations D3D Ltd. nel Somerset, UK http://www.filafab.co.uk/ - Afferma che la sua azienda è focalizzata sulla creazione e la fornitura di un sistema desktop per la produzione di filamento per macchine 3D Fused Filament Fabrication (FFF). Questa macchina chiamata “FilaFab” e la FilaFab Filament Winder, è in grado di produrre filamenti di qualità professionale e lo spooling per la stampa 3D – inoltre è abbastanza piccola da stare comodamente sul desktop di qualsiasi laboratorio.


Ora il FilaFab extrusor e Filament Winder sono alla ricerca di un finanziamento attraverso una campagna Kickstarter. https://www.kickstarter.com/projects/1574214560/filafab-first-professional-filament-extruder-and-w


Clifford afferma che ci hanno lavorato su davvero tanto per produrre un estrusore di filamenti robusto, affidabile, compatto e facile da usare. Filafab, dopo tre anni di continua ricerca e sviluppo, sono riusciti a produrre due versioni del FilaFab extrusor - il EX100 e l'EX350. Il primo è è il modello standard con un azionamento a motore compatto e potente e capace di estrudere sia ABS che PLA. Il secondo, l'EX350, si rivolge a utenti intenti a riciclaggio o che cercano di produrre lotti personalizzati di filamenti. L'EX350 offre significativamente più potenza al sistema di trasmissione e la funzione aggiuntiva di controllo della velocità per affrontare altri polimeri.
La selezione ugello e la velocità dei dispositivi è tesa a “rivaleggiare” con il migliori prodotto simili sul mercato e ogni macchina viene fornita con 1,75 millimetri e 2,85 millimetri di ugelli. Sono disponibili anche altri formati.


Il FilaFab include caratteristiche di sicurezza come ad esempio un pulsante di arresto di emergenza, spegnimento automatico in caso di fallimento di rete, un'alimentazione completamente incassata, ugello e tramoggia coperti e il cablaggio elettrico interno in tensione con protezioni di corrente. Il tutto racchiuso all'interno di un involucro in acciaio verniciato a polvere.

Clifford afferma che il FilaFab è facile da installare, facile da usare, e costruito su principi open source per consentire a un utente di produrre i propri accessori o modificare e aggiornare la loro macchina indipendentemente.

Un sensore a infrarossi controlla automaticamente la velocità di avvolgimento e come il filamento è estruso, passa da due sensori a infrarossi che sono alimentati al sistema di controllo di avvolgimento. I progettisti dicono che se il filamento devia dal percorso specificato, l'avvolgitore regolerà velocità per compensare avvolgimento.

Un micrometro ottico fornisce la misura della larghezza in tempo reale del filamento estruso e la larghezza del filamento desiderata viene impostata mediante i comandi sulla macchina o da una applicazione per smartphone.

Su Kickstarter, l'obiettivo è quello di raccogliere £ 8500 entro il 21 maggio. A chi vuole aderire alla campagna potrebbe usufruire di un risparmio fino al 50% rispetto al prezzo previsto di vendita al dettaglio dopo il lancio. Per questo viene offerto, per chi si impegna alla campagna "Ultimate - L" un FilaFab EX350 extrusor e un filamento avvolgitore FilaFab, il sensore micrometro ottico ed il sensore a infrarossi con due custodie sensori stampati al prezzo di £ 1.370 (circa 2.045 dollari), che include la spedizione verso gli Stati Uniti e una data di consegna stimata di agosto 2015.

Potete leggere maggiori dettagli al sito della campagna FilaFab Kickstarter. https://www.kickstarter.com/projects/1574214560/filafab-first-professional-filament-extruder-and-w?ref=nav_search



Mosaic Manufacturing lancia “The Palette” che trasforma qualsiasi stampante 3D in una stampante Multi-Color senza bisogno di multi-estrusori

Mosaic Manufacturing lancia “The Palette” che trasforma qualsiasi stampante 3D in una stampante Multi-Color senza bisogno di multi-estrusori


Per molti di noi che possiedono una stampante 3D, può cominciare a diventare motonono l'uso quotidiano di filamenti monocolore che producono oggetti un po' anonimi e privi di appeal visivo forse più necessario per una presentazione tecnica. Ogni giorno, nuove macchine entrano nel mercato, molte dotate di due, tre o anche quattro estrusori, consentendo agli utenti di stampare oggetti in più colori. Purtroppo questi tipi di macchine sono molto più costose che di quelle monoestrusore e quindi ciò ne inficia l'acquisto, specialmente a chi non ha grossi budget a disposizione.

La Mosaic Manufacturing http://www.mosaicmanufacturing.com/ ha già creato da tempo un dispositivo che permette praticamente a qualsiasi stampante 3D di diventare una macchina multi-colore ed a tutti gli effetti una stampante multi-materiale. Il sistema essenzialmente funziona per combinare due filamenti diversi nella stampante stessa.

Oggi Mosaic Manufacturing ha ripreso questo concetto e ne ha proposto un ulteriore passo avanti, lanciando una campagna Kickstarter per un prodotto chiamato “The Palette”

Le funzioni di The Palette è in grado di gestire fino a quattro fili diversi di colore e tipologia materiale convogliati in un unico filamento da inserire nella stampante 3d.

The Palette porta nuove funzionalità a una vasta gamma di persone che già possiedono stampanti 3D, dichiara Chris Labelle, Co-fondatore e COO di Mosaic Manufacturing. "Per noi, Kickstarter è un ottimo modo per connettersi con una grande varietà di persone che fanno uso di tecnologie di stampa 3D. Nel corso dei prossimi 30 giorni, i nostri sostenitori avranno l'opportunità di svolgere un ruolo chiave nel portare la macchina THE PALETTE in vita .. "

THE PALETTE è un intermediario tra il computer e praticamente qualsiasi tipo di stampante desktop 3D FFF / FDM, sia cartesiano o Delta-Style. Supporta fino a quattro tipi di filamento diversi di colore e tipologia, anche come diverse proprietà (es. Conduttiva, magnetico, colore cangiante, etc) vengono alimentati inserendoli nella macchina. Quando il gcode garantisce un cambio di colore o di proprietà, THE PALETTE taglierà il filo attualmente in uso nella stampante e lo fonderà con un nuovo tipo richiesto. Una ruota di scorrimento tra THE PALETTE e la stampante, monitorerà costantemente il filamento in uso e riferirà alla PALETTE che sarà in grado di capire esattamente quando tagliare e fondere il prossimo filamento per il progetto in stampa.

A differenza delle stampanti 3D che vengono dotate di più estrusori, quelli che utilizzano THE PALETTE non va a sacrificare il volume di costruzione per i materiali richiesti in più. Inoltre, coloro che utilizzano questo nuovo dispositivo troveranno che non ci sono gocce o sbavature dagli estrusori in pausa, cosa questo che di solito avviene durante l'utilizzo di una stampante con più estrusori.

Per quanto riguarda il software, che Mosaic Manufacturing ha deciso di rendere open source, è piuttosto semplice. Prima un utente salva il modello 3D come file multipli .STL con gli stessi programmi di modellazione e slicing che sono abituati ad usare. Poi il software permette di mettere insieme e tagliare i file .STL prima di analizzare il .gcode o .x3g in uscita per lo slincing. Una volta completato, il software produrrà un .gcode modificato o file di .x3g che possono essere inviati alla stampante, e un file .SEEM viene inviato alla tavolozza tramite una scheda SD fornita. La stampa è pronta così per iniziare.

La squadra dietro Mosaic Manufacturing ha lavorato su questo dispositivo per più di un anno, e sono pronti a cominciare a prendere pre-ordini via Kickstarter https://www.kickstarter.com/projects/mosaic3d/the-palette-3d-printing-evolved . La campagna, che ha lanciato in data odierna, alla ricerca di 61.414 $, ha già portato in più di 56 mila dollari, con più di un mese rimanente. Mosaic Manufacturing offre THE PALETTE in vari pacchetti e a prezzi differenti dipendenti dalla rapidità con cui sono pre-ordinati.

Mentre i primi 20 sostenitori sono stati in grado di pre-ordinare il dispositivo per soli 599 dollari ed i prossimi 20 a $ 749, questi premi sono stati venduti davvero troppo rapidamente e sono ormai esauriti da tempo. Attualmente i sostenitori sono in grado di pre-ordinare The Palette a partire da 849 dollari. Se tutto va come previsto, le prime unità saranno pronte per la spedizione per primi sostenitori, nel dicembre di quest'anno e la produzione su larga scala inizierà intorno a gennaio del 2016.

Certamente questo dispositivo è una cosa piuttosto unica sul mercato. La capacità di mescolare filamenti con varie proprietà potrebbe avere un enorme impatto su coloro che cercano di stampare gli oggetti con tracce elettriche interne, nonché le imprese di piccole e medie dimensioni che richiedono oggetti multicolore per presentazioni di design o meccaniche.
Certo è che occorre vedere come THE PALETTE sia davvero efficace nel gestire le varie temperature e velocità di stampa in gioco per i vari tipi di filamenti possibili da stampare. Nutriamo attualmente qualche dubbio in proposito ma è anche altrettanto vero che si tratta solo di un software di gestione e che quindi può essere passibile di modifiche mirate veloci ed efficaci nel cambiamento e pertanto capaci di tirar fuori una stampa corretta.
Visionate i filmati allegati e fateci sapere cosa ne pensate in merito



mercoledì 22 aprile 2015

MadeSolid annuncia un nuovo filamento FlexSolid estremante flessibile e robusto in uscita a maggio 2015 per chi necessita di estrema resistenza

MadeSolid annuncia un nuovo filamento FlexSolid estremante flessibile e robusto in uscita a maggio 2015 per chi necessita di estrema resistenza


MadeSolid Inc., produttore di materiali avanzati per la stampa 3D, ha appena iniziato la produzione del suo nuovo prodotto FlexSolid, un nuovo filamento che affermano "raddoppiare la velocità su stampanti di tipo A".


MadeSolid dice anche FlexSolid aumenta notevolmente la qualità delle stampe 3D flessibili, e questo ultimo filamento sarà nelle mani dei rivenditori e disponibili direttamente presso MadeSolid.com all'inizio di maggio. FILOPRINT metterà come sempre a disposizione metraggi per prove tecniche, oltre che ovviamente alle bobine intere di questo interessante materiale


Fondata nel 2013 a Oakland, in California, MadeSolid sviluppa materiali avanzati per le stampanti 3D e si pone all'avanguardia nella ricerca di creare e vendere sempre nuovi materiali di consumo per i filamenti e tecnologie di stampa.
"FlexSolid è elastico, estensibile e duraturo. E 'l'ultimo di una serie di innovazioni che abbiamo raggiunto nello spazio di materiali avanzati, e rappresenta un grande passo in avanti nella nostra ricerca ", afferma Lance Pickens, il CEO di MadeSolid.


Secondo Pickens, Flex combina una solida resistenza ed elasticità ideali per la prototipazione e la produzione di prodotti flessibili in modo rapido, semplice, efficiente e su larga scala.
Pickens afferma che FlexSolid sarà di particolare interesse per i produttori di dispositivi di elettronica di consumo, costruttori di protesi, così come tessuti indossabili nel campo della moda e produttori di attrezzature sportive che richiedono flessibilità e durata come elementi di performance del prodotto finale.

Nel filmato potete verificare la resistenza alla trazione ed al calore di questo nuovissimo filamento davvero impressionante.

venerdì 17 aprile 2015

FILOPRINT presenta un nuovo filamento in Gomma conduttiva per la stampa 3D con un potenziale incredibile per Robotica, Protesi, ed altre applicazioni del campo elettronico ed industriale

FILOPRINT presenta un nuovo filamento in Gomma conduttiva per la  stampa 3D con un potenziale incredibile per Robotica, Protesi, ed altre applicazioni del campo elettronico ed industriale


La scelta dei materiali sempre più speciali continua ad espandersi nell’ambito della stampa 3D.

Un tipo di filamento del quale fino ad ora non ne era stata implementata la produzione, a causa delle della difficoltà che le aziende avevano dovuto affrontare nella produzione dello stesso, è il poliuretano termoplastico (TPU). Il TPU, tuttavia, è in realtà utilizzato sempre più da proprietari di stampanti 3D grazie alla sua flessibilità.


Thomas Palm, sembra aver avuto l’intuizione giusta ed è riuscito a produrre un nuovo tipo di filamento in GOMMA TPU conduttiva, caricando il filamento  con del carbonio nella miscela. Le possibilità di questo materiale sono davvero infinite e Palm lo ha testato con la creazione di diversi oggetti. Uno di questi è un dito robotico/protesica che ha stampato 3D. Esso viene stampato utilizzando un metodo a doppia estrusione. La stampa del TPU avviene quindi con un tipo di filamento per le articolazioni pieghevoli, ed uno per forza/sensibilità dei polpastrelli.


"Il dito ha un guscio esterno che, se premuto, si collegherà alla superficie conduttiva interna, creando così un circuito chiuso,"  "La connessione avviene anche con poca pressione e/o pressione sensibili al tocco."

Altri oggetti che Palm ha escogitato e stampato in 3D usando il suo materiale TPU, comprendono un set di ruote per una OpenRC Truggy http://www.thingiverse.com/thing:526969 , così come un dispositivo di tastiera 3D stampata, un prodotto che lui chiama "Mr. Vise Guy ", una maniglia flessibile per sacchetti di plastica http://www.thingiverse.com/thing:549616 che permette il trasporto di sacchetti della spesa in modo meno doloroso sulla mano e un paio di sandali molto confortevoli ed esteticamente accattivanti http://www.thingiverse.com/thing:429902 .


Cosa ne pensate della possibilità di provare questo filamento gommoso in TPU ed il suo avatar come  conduttore TPU?  A breve FILOPRINT metterà a disposizione per i propri utenti questo materiale davvero interessante, sempre nella sua possibilità di essere acquistato a metri. Rimanete sintonizzati e nel frattempo fateci sapere cosa ne pensate, partecipate numersi

Guardare  i video allegati per maggiori chiarimenti.


martedì 14 aprile 2015

All3DP lancia un’estensione per Google Chrome Extension: 'Print 3D per Thingiverse'

All3DP lancia un’estensione per Google Chrome Extension: 'Print 3D per Thingiverse'


Per quelli di voi che sono assidui utenti di Google Chrome  browser web, probabilmente sapete quanto siano interessanti le applicazioni di Google Chrome. Ci sono estensioni e applicazioni per tutto, dalla traduzione di un sito web fino ovviamente ai giochi come Tetris. L'ecosistema Chrome si è davvero sviluppato rapidamente nel corso degli ultimi anni e questo ha portano all'adozione di massa del browser web da moltissime persone in numero sempre crescente.


Una società, con sede a Monaco di Baviera, in Germania, chiamata All3DP
http://all3dp.com/ , e la loro controllata 3DP.click https://3dp.click/  hanno preso atto di quanto siano utili le applicazioni Google Chrome  ed hanno quindi lanciato loro stessi una propria estensione per gli appassionati di stampa 3D ancora alle prime armi.


Il Chrome Extension, che si chiamaStampa in 3D questa cosa per Thingiverse https://chrome.google.com/webstore/detail/3d-print-this-thing-for-t/ddcdpkkhdmcccjpkiffidcebdfifcfog?utm_source=plus , utilizza il servizio 3DP.click per fornire agli utenti che visitano Thingiverse la possibilità di esternalizzare rapidamente e facilmente la stampa 3D di qualsiasi oggetto che trovano sul repository models 3D. Una volta che l'applicazione viene scaricata ed ogni qualvolta un utente si trova su qualsiasi pagina di un modello, Thingiverse utilizzando il browser web Chrome personalizzato con la app. 33extension,  aggiungerà un grande pulsante rosso '3D Print This Thing' sotto al pulsante tipico 'Scarica questa cosa'. Quando si fa clic sul megapulsante, il link rinvia l'utente a una pagina 3DP.click in cui la piattaforma controlla il modello per la stampa. Se la stampa è ok, l'utente dovrà poi semplicemente inserire le sue informazioni di indirizzo e fatturazione e fare clic sul pulsante 'Ordine'. L'articolo stampato in 3D scelto, verrà spedito direttamente a casa in pochi giorni.

Gli utenti hanno anche la possibilità di scegliere tra una varietà di materiali diversi, finiture e colori ad un costo aggiuntivo. Quando l'ordine è definito, viene infine instradato attraverso il servizio di stampa 3D Sculpteo http://www.sculpteo.com/fr/ dopo che la piattaforma 3DP.click ha confermato la sua stampabilità e si potrà quindi impostare l'ordine finale per il cliente nel modo più semplice possibile. Sculpteo infine spedirà l'ordine, questo significa che il trasporto sarà possibile in tutto il mondo a costi variabili in relazione al fatto che si viva negli Stati Uniti, in Europa, o in Asia.

Questo servizio tuttavia secondo noi non è per tutti. Se si possiede conoscenze informatiche non sufficienti, allora potrebbe essere meglio andare direttamente ad un servizio come Shapeways o Sculpteo per esigenze di chi è alle prime armi in fatto di stampa 3D. Detto questo, la fluidità del processo è molto diretta, passando da una pagina Thingiverse attraverso un prodotto stampato in 3D per poi essere spedito a casa tua, in 36 ore.


Per quanto riguarda 3DP.click, la società possiede anche un modello di business standalone. Gli utenti sono in grado di caricare i propri modelli al servizio, che poi controlla la sua stampabilità e si occupa poi di inviarlo alla stampa 3D. Sia che si passi attraverso l'estensione Chrome o direttamente al sito 3DP.click, ordinare è semplicissimo. Non c’è nemmeno bisogno che il cliente si registri sul loro sito!

Animator Crea un film stampato in 3D Utilizzando 2.500 pezzi realizzati in SLA - "CHASE ME"

Animator Crea un film stampato in 3D Utilizzando 2.500 pezzi realizzati in SLA - "CHASE ME"

Gilles-Alexandre Deschaud https://www.facebook.com/pages/Chase-Me/885629738177380?sk=info&tab=page_info ha lavorato nel settore degli effetti visivi come artista digitale e animatore ed in questo periodo ha sperimentato varie tecniche di animazione che hanno fatto uso di pittura e disegno.


Al momento, Deschaud sta facendo il suo dottorato di ricerca presso l'Université Paris 8 http://www.univ-paris8.fr/en/ Vincennes-Saint-Denis in Motion Picture Film studios, ma è la sua più recente sperimentazione - e la scoperta della stampa 3D - che lo ha portato a creareChase Me”, un incredibile film di animazione stop-motion.


Nel corso di due anni, Deschaud ha modellato e costruito 2.500 pezzi stampati in 3D che ha poi manipolato per fare Chase Me, la storia di una ragazza che abbraccia le sue paure in mezzo ad una foresta.


Ha progettato ogni fotogramma del film in CGi prima di tradurre le immagini in oggetti stampati 3d per l'elaborazione.  Scene e personaggi diChase Me” sono state stampate a una risoluzione di 100 micron, e sono stati richiesti solo minime rifiniture una volta che il materiale di supporto è stato rimosso.

"Quando ho visto la prima stampante 3D Form 1 su Kickstarter, sapevo che era quella di cui avevo bisogno per fare un film in 3D" dice. "Ho voluto portare la tecnologia di stampa 3D per l'arte dell'animazione stop-motion per creare un nuovo tipo di film. Non sarei stato in grado di avere tali stampe molto piccole, complesse e dettagliate, senza la stampante Modulo 1+ in SLA. "


L’albero nodoso, ha preso circa una settimana di tempo per essere stampato sul modulo 1+ ed è composto da 22 parti separate. Il progetto finito è grande circa 50 x 40 x 35 centimetri, e la terra sotto l'albero è stata scolpito con plastilina prima che tutti i pezzi venissero piegati ed incollati insieme. E 'solo un elemento fra una dozzina di gruppi finiti costruiti per il film.

In totale, il personaggio ed i pezzi hanno consumato circa 80 litri di resina. Il processo di creazione di tutti i vari set ed il personaggio hanno richiesto circa 10 mesi di stampa continua, per un totale di circa 6.000 ore macchina.


FILMATO MAKING OF: https://vimeo.com/121352977

Potete saperne di più su film di Deschaud visitando chasemefilm.com.
Formlabs produttriche della stampante usata per fare il film: è stata fondata nel 2012 da un team di ingegneri e designer della MIT Media Lab e Center for Bits and Atoms. Le loro stampanti SLA sono utilizzate con una suite di materiali ad alte prestazioni per la stampa 3D ed un intuitivo software di stampa 3D, senza le quali queste risoluzioni richieste per il film sarebbero state impossibili da raggiungere con una stampante FFF/FDM anche se di qualità altissima.