Visualizzazioni totali

venerdì 28 agosto 2015

Cognionics ha usato filamenti in nylon della Taulman 3D per costruire sistemi per il rilevamento biometrico EEG

Cognionics ha usato filamenti in nylon della Taulman 3D per costruire sistemi per il rilevamento biometrico EEG


Cognionics costruisce e progetta "sistemi di rilevamento biopotenziale mobili", che vanno da calotte del tipo a “non-contatto ECG” ad alta densità, cuffie EEG a secco, ecc. ecc.

L'azienda ha lavorato con il governo, università e privati, e le tecnologie proprietarie Cognionics consentono la creazione di soluzioni complete con alta qualità del segnale, comfort, prestazioni e competitività con il fattore costi.

La loro eccellenza è soprattutto nei sensori elettrodo a secco personalizzati; ad alta risoluzione, senza fili per l’elettronica di acquisizione dati; integrazione elettromeccanica di circuiti; cablaggio e sensori in imbracature indossabili; l'integrazione di bioamplifiers e digitalizzatori a sistemi a basso consumo; sviluppano la progettazione elettronica e la programmazione del firmware con sistemi ad alta densità ECG e EEG


Cognionics afferma che i sistemi tipo EEG, per il monitoraggio delle onde cerebrali, hanno normalmente comportato l'uso di connessioni al cuoio capelluto che richiedono l'applicazione di gel e adesivi. Questi sistemi sono poi cablati a grandi amplificatori molto costosi.

Diversi nuovi sistemi innovativi sul mercato utilizzano ora elettrodi secchi collegati in modalità wireless al PC - e Cognionics dice che il sistema permette di risparmiare sul tempo di installazione ed è più comodo e confortevole per i pazienti in analisi.


Secondo Cognionics, ci sono tre principali sfide per rendere i sistemi di elettrodi a secco efficace: sensori precisi, elettronica e sistemi meccanici più comodi da indossare con i sensori del tipo a secco sulla testa.

Cognionics dice che uno dei fattori chiave che ha contribuito a realizzare un rapido progresso è l'uso di stampa 3D che usano sia per la prototipazione rapida e per la produzione di forme complesse ed altre parti. I loro sistemi contengono una miriade di parti stampate in 3D, utilizzando una vasta gamma di materiali per soddisfare esigenze particolari.

In particolare, si sono affidati su materiale di filamenti in nylon che Cognionics usa in situazioni in cui le parti richiedono caratteristiche più durevoli rispetto ai materiali ABS-based.

Questi tipi di sensori auricolari sono sottoposti a notevoli quantità di stress, afferma MacIntyre, un ingegnere di progetto alla Cognionics. “Abbiamo provato numerosi materiali e taulman3D PCTPE e nylon 618 sono risultati i migliori per adattarli alle nostre esigenze. Oltre alle prestazioni, PCTPE e 618 possono essere stampanti facilmente  ed hanno ottima uniformità di estrusione. In definitiva, ci affidiamo a taulman3D per un sistema che non ha paragoni in termini di comfort e qualità dei dati. "

FILOPRINT www.filoprint.it è quindi orgogliosa di rivendere per l’Italia bobine e campioni a metri di questi filamenti eccezionali usabili anche per altre applicazioni medicali, ortopediche e meccaniche di notevole qualità ingegneristica.


MacIntyre della Cognionics utilizza Taulman 3D PCTPE e nylon 618 per costruire i loro sistemi che devono essere flessibili - comodi ed efficaci per le loro applicazioni EEG.

Avete mai costruito 3D parti stampate con Taulman 3D Nylon 618 o nylon 645 od altri tipi di nylon? Qual è stata la vostra esperienza con questi materiali in nylon? Fateci sapere in questo post, le vostre impressioni riguarda all’uso dei nylon Taulman 3D. Partecipate numerosi……potremo crescere e migliorarsi insieme! Grazie per la vostra attenzione

giovedì 27 agosto 2015

3D-ZAKAZ PROPONE UNA SERIE DI OGGETTI STAMPABILI IN 3D IN STILE VORONOI DA TESTARE CON IL NUOVO FILAMENTO POLYSUPPORT

3D-Zakaz PROPONE UNA SERIE DI OGGETTI STAMPABILI IN 3D IN STILE VORONOI DA TESTARE CON IL NUOVO FILAMENTO POLYSUPPORT


Nel corso del 2014, abbiamo progressivamente cominciato a vedere vari algoritmi utilizzati nella progettazione di file stampabili in 3D. Un esempio potrebbe essere l'afflusso di modelli di stile Voronoi http://www.thingiverse.com/3DDEDCLUB/designs , dall’aspetto curioso ed affascinante.

In matematica, i diagrammi di Voronoi sono una partizione on-fly di regioni distinte, in base alla distanza di punti in un sottoinsieme del piano. Nella stampa 3D, i disegni di Voronoi utilizzano questa stessa formula per creare la stampa in 3D, incavata, ma forte nello stesso tempo per realizzare strutture  che sono esteticamente molto gradevoli.


Una società russa, denominata 3D-Zakaz http://3d-zakaz.ru/video-in-english/ , ha sviluppato questa idea ed ha realizzato, per la stampa 3D, modelli di disegni stile Voronoi ad un livello completamente nuovo, con il rilascio di decine di file di oggetti per queste creazioni interessanti.

La struttura reticolare della superficie che caratterizza i diagrammi di Voronoi, permette di guardare gli oggetti da una prospettiva diversa, dando l'illusione di penetrazione nel essenza dell'immagine. Geroge Voronoi, era un matematico russo che ha fatto diverse scoperte importanti nella geometria di numeri e poligoni.
Certo non avrebbe mai immaginato che i suoi modelli sarebbero stati utilizzati per la stampa 3D.

3D-Zakaz propone più di 60 modelli diversi in stile Voronoi, inoltre i file di progettazione sono in fase di diffusione sui portali più importanti della stampa 3D come Thingiverse, MyMiniFactory, e il proprio sito web http://3d-zakaz.ru/nashi-modeli/ . La stampa dei disegni può essere molto impegnativa, come la possibilità di stampare senza materiale di supporto tende a formare difetti all'interno di stampe.

FILOPRINT propone quindi un test del nuovo filamento POLYSUPPORT, disponibile dal 1 settembre 2015 sul sito www.filoprint.it  a multipli di 10 metri, al fine di dare la possibilità di creare oggetti perfetti con stampanti anche a singolo ugello settate in modo che la stampante stessa possa creare sia l’oggetto che il suo supporto, in una sola passata.


3D-Zakaz consiglia una densità di riempimento impostata su 100%. I loro disegni più popolari sono stati finora:
Un sinuoso corpo femminile http://www.thingiverse.com/thing:978299





Si può vedere la loro intera libreria di disegni Voronoi sul loro profilo Thingiverse http://www.thingiverse.com/3DDEDCLUB/designs/page:1?sort=popular&filter=&search= .

Cosa ne pensate di questo interessante sistema di stampa? Siete incuriositi ad eseguire dei test grazie alla grande quantità di disegni già pronti da stampare in 3D? Discutete di questo metodo di stampa Voronoi su questo post e scambiatevi i disegni 3D, magari progettandone anche di nuovi. Vi aspettiamo numerosi.

martedì 25 agosto 2015

3DPRINTERS Online Store lancia la nuova affascinante stampante 3D - Xi3 Prusa

3DPRINTERS Online Store lancia la nuova affascinante stampante 3D  - Xi3 Prusa


3DPRINTERS Online Store - https://www.3dprintersonlinestore.com/diy-kit/reprap-prusa-xi3 ha recentemente lanciato la nuova stampante 3D Xi3 Prusa

Su 3DPRINTERS Online Store Limited, si possono acquistare stampanti 3D a basso costo e vengono offerti vari tipi di modelli.  Il sito è il riferimento per il multi-brand della stampa 3D e-store al mondo. Lavorano a stretto contatto con una rete di fornitori e produttori di ottime marche di fama mondiale per offrire una grande quantità di stampanti 3D ed accessori.


Vi ricordiamo che tutti gli acquisti eseguiti su siti EXTRA-CEE come questo, comportano dei costi per dazi doganali di importazione che a volte possono essere anche molto onerosi ( circa il 32 % sul valore merce più il costo di spedizione) quindi fare molta attenzione a valutare un possibile acquisto.

Per quanto riguarda la nuova Xi3 Prusa https://www.3dprintersonlinestore.com/diy-kit/reprap-prusa-xi3 , possiamo dire che è dotata di un volume di costruzione di 210 × 210 × 215 millimetri è in grado di stampare alla risoluzione layer fino a 100 micron ad una precisione di stampa di 0.1-0.4mm.  Include uno schermo LCD, opera a temperature ugelli da 210 °C fino ad un massimo di 260 °C. E’ possibile montare il nuovo estrusore E3D V6 per permettere la stampa di filamenti che necessitano di punti fusione molto alti (superiori a 400 °C)



I collegamenti sono via SD Card o USB, e la stampante supporta  Windows XP, Windows Vista, Windows 7, o MAC OX.

Tutti i software di interfaccia e controllo stampa vengono gestiti tramite Repetier-Host, Cura o Slic3r, e la macchina può stampare molti materiali come  PLA, ABS, HIPS a Wood a PVA, Nylon, PLA e copperFill, con filamenti dal diametro di 1,75 millimetri.

Il prezzo risulta abbastanza competitivo ( ripetiamo occhio ai dazi di importazione), si può avere la stampante con la versione base per soli $ 238, che include la spedizione gratuita (solo per i residenti negli USA ovviamente).  Si tratta di un prezzo speciale, limitato nel tempo, e presto la Xi3 Prusa tornerà al prezzo standard di $ 349.

Fateci sapere cosa pensate di questa splendida Xi3 in questo thread del nostro forum. Partecipate numerosi alle critiche costruttive, grazie.

MOTORE BRUSHLESS PULSE STAMPATO IN 3D

MOTORE BRUSHLESS PULSE STAMPATO IN 3D


Nathan Matthews, uno sviluppatore web Californiano: http://nathancmatthews.com/skills.php , ha progettato e realizzato varie macchine durante il suo percorso di esperienza nel mondo della stampa 3D. Stampanti Delta Type, Core XY, e numerose stampanti 3D stile cartesiano. Attualmente sta lavorando su un incisore a taglio laser da 245 nm, con potenza da 2.8W, ma è il suo motore brushless ad impulso stampato in 3D che ha attirato la nostra attenzione. (vedi filmato: https://www.youtube.com/watch?v=Ho1i5AmQkUo )

I magneti sono spesso collocati sulla parte rotante dei motori costruiti in casa, e mentre motori brushless sono in genere efficaci per un 85-90%, i motori a spazzole DC sono efficienti solo per circa il 75-80%. 


Motori elettrici brushless DC sono spesso indicati come "motori a commutazione elettronica". Sono motori sincroni alimentati da una sorgente elettrica DC attraverso un invertitore integrato o il passaggio di alimentazione che produce un segnale elettrico AC che a sua volta aziona il motore.

La parte rotore di un motore brushless è spesso conosciuta come un magnete permanente di motore sincrono, e che può essere descritto come motore passo-passo, ma i motori tipo stepper tendono ad essere utilizzati per operazioni dove frequentemente vengono fermati con il rotore in una posizione angolare definita.

Matthews si è ispirato dopo aver visto i video EZ motore spin LaserSaber  (http://www.thingiverse.com/thing:781068 )

Il modello di Matthews presenta cinque bracci per il rotore con due magneti per ogni braccio. Tutti i magneti devono affrontare 'Nord', o verso l'esterno. Dieci bobine si alternano tra 'push' e 'pull' meccanico e lui afferma che la messa a punto ha permesso risultati "apprezzabili" addirittura con una singola batteria tipo AA.

Matthews ha elaborato la parte in 3D del disegno tecnico con SketchUp e poi ha stampato i componenti in 3D con PLA utilizzando una macchina CoreXY -  http://forums.reprap.org/list.php?397 .

Matthews afferma che le parti del motore sono state stampate con un riempimento molto scarso. Ci sono volute solo "poche ore" per concludere la stampa di tutte le bobine – ognuna di esse riesce a girare a circa 300 giri.

Pensate di provare a stampare qualcosa di simile anche voi? Fateci sapere se avete già fatto o state per fare un test di questo interessante motore Brushless Stampato in 3D direttamente su questo nostro THRED.


domenica 16 agosto 2015

LA TEDESCA IGUS PRESENTA UNA NUOVA STAMPANTE 3D TIPO DELTA LA HEXAGON V2 CON HOT-END E3D V6 OTTIMIZZATO

IGUS PRESENTA UNA NUOVA STAMPANTE 3D TIPO DELTA LA HEXAGON V2 CON HOT-END E3D V6 OTTIMIZZATO


Una azienda Tedesca, molto famosa nel campo dei filamenti e materiale plastico TRIBOLOGICO, la IGUS http://www.igus.de/ Tedesca, ha recentemente lanciato un nuovo modello DELTA STYLE di stampante 3D, la HEXAGON V2 che permette la stampa di molti tipi di filamenti tecnici che richiedo una elevata temperatura di fusione compreso il loro ottimo filamento TRIBOLOGICO chiamato iglidur® che FILOPRINT – www.filoprint.it è orgogliosa di vendere anche a metri, per test e prove tecniche, questo robustissimo filamento adatto per boccole e componenti meccanici.

La IGUS ha quindi implementato un nuovo modello della sua già famosa delta V1 presentando al mondo la HEXAGON V2 http://fablab-karlsruhe.de/wiki/doku.php?id=projekte:hexagon_v2#bilder

La stampante, presentata ufficialmente anche su YouTube, sembra utilizzare molti componenti che si possono acquistare direttamente da igus per fabbricarsela da soli in casa; per esempio, la igus® DryLin® che sono le guide lineari che sorreggono i braccetti. Di seguito è riportato un elenco di alcune delle specifiche chiave di questa nuova macchina, e, come si noterà, dal momento che è una macchina delta-style, il suo rapporto peso-dimensione è incredibilmente basso.


Dimensioni stampante: 350 x 390 x 915 mm
Peso: 11kg
Volume di costruzione 200 x 200 x 430 millimetri
Min Layer Altezza: 0,05 millimetri
X / Y Risoluzione: 0,0125 millimetri
Z Risoluzione: 0,0125 millimetri
Velocità di stampa: 150 mm / sec
Firmware: v0.92 Bolt Repetier
Materiale Dimensioni e Compatibilità: ABS, smartABS, HIPS, PLA, PETG, iglidur, HDglass, TPC flex 65 tutti i tipi di nylon a 1,75 millimetri di diametro
Hotend E3D V6 con ugello 0,4 millimetri (0,25-0,6 mm Disponibile)
test velocità fino a 500 millimetri s
Elettronica Arduino Due 32bit con Radds v1.1 Shield e LCD 4 x 20 caratteri
Motori Driver silent Passo Stick - TMC2100 (interpolazione fino a 256 micro-passi)
13,8V / 25A

Anche se non abbiamo visto ancora recensioni su questa nuova stampante, noi di FILOPRINT possiamo affermare che, la qualità dei componenti, un volume di costruzione piuttosto ampio e soprattutto la capacità di stampare ad altissime temperature grazie ad un
HOT-END E3D V6 ottimizzato espressamente per questa macchina dagli ingegneri della IGUS, fanno di questa stampante 3D delta style un ottimo affare, anche in relazione all'ottimo rapporto qualità/prezzo.

Inoltre la macchina è open source, il che significa che i file di progettazione, nonché i file STL QUESTO IL LINK: http://fablab-karlsruhe.de/wiki/doku.php?id=projekte:hexagon_v2#bilder per la stampa in autocostruzione di buona parte dei propri componenti, sono disponibili gratuitamente on-line.

Abbiamo trovato sul loro sito web https://youprintin3d.de/3d-drucker/bausatz-delta-printer/443/delta-printer-hexagon-v2.html , la stampante già in vendita in kit per 999 €. L'azienda sostengono che il montaggio completo si esegue in un paio di giorni.

Fateci sapere se avete avuto l'opportunità di utilizzare questa nuova stampante 3D e se avete montato la stessa da soli. Discutete in questo thread su varie ed eventuali problematiche legate all'auto-costruzione della Hexagon V2 d e date un'occhiata anche al video seguente della stampante in azione.



venerdì 14 agosto 2015

108 VARIANTI DI MODELLI DI GOMME PER AUTO RADIOCOMANDATE STAMPABILI IN 3D

108 VARIANTI DI MODELLI DI GOMME PER AUTO RADIOCOMANDATE STAMPABILI IN 3D


Quanti di noi non hanno mai sognato di possedere e guidare un modellino di auto radiocomandata?
Senz'altro qualche adulto di noi si diverte oggi con i propri figli, ricordando i sogni di adolescente e magari si diverte ancora di più a modificare, riprogettare e aggiustare le proprie macchinine con elementi nuovi grazie all'aiuto della stampante 3D.

Con l'avvento della stampa 3D è iniziato una produzione ed una nuova vita sui veicoli RC, che ha reso felici gli hobbisti, creatori e designer dei propri modelli modificabili con elementi direttamente stampati in 3D in proprio a casa. Ci sono molte persone che prendono parte a questo processo e sicuramente uno fra i più bravi e “poliedrici” hobbisti è Daniel Norèe fondatore del progetto “OpenRC Project” https://plus.google.com/communities/112745535856143176146 - un progetto open source dedicato alla progettazione, condivisione e realizzazione di componenti per auto (e non solo) radiocomandate stampati in 3D.

Nel corso dell'ultimo anno, Thomas Palm. Palm, è stato forse l'innovatore e sperimentatore più fervente nel mondo del modellismo stampato in 3D, una di quelle menti innovative che ha svolto un ruolo importante nella realizzazione e divulgazione di questo progetto.

Nel febbraio del 2015, ha progettato 36 combinazioni differenti di pneumatici e ruote per modellini RC http://www.thingiverse.com/thing:526969 . Composto da 6 diverse ruote che possono essere dotate di 6 gomme diverse, queste varie combinazioni sono liberamente scaricabili ed oggi ha rilasciato un nuovo set di ruote per RC (con conseguente 108 combinazioni diverse), parti di rinforzo e cerchi progettati, ma con una nuova interfaccia dell'asse di aggancio ruota. (vedere disegno tecnico)


Le 108 combinazioni saranno i risultati di 6 disegni di pneumatici supplementari e 3 ruote nuove, portando il numero totale di pneumatici disponibili fino a 12 e le ruote a 9. Le nuove combinazioni saranno rilasciati su Thingiverse (http://www.thingiverse.com/thing:964789 – probabilmente a giorni ).
Sulla base di un'idea di Jarosław Seroczyński http://www.thingiverse.com/SP3SWJ/about sono incluse anche alcune parti di rinforzo per i cerchi. Il rinforzo garantisce una maggiore resistenza ai colpi e all'usura poiché affronta il problema che, a causa del breve tratto ruota-mozzo ( vedere immagine allegata), lo spessore della parete sotto il dado centrale (tenendo la ruota) non può essere ottimizzata al meglio. Ecco quindi questa nuova soluzione di nuovi cerchi http://www.thingiverse.com/thing:965553 . Questi cerchi non hanno l'incavo esagonale ma si inseriscono direttamente sull'asse macchina, risultando più forti.


Cosa ne pensate di questa nuova realizzazione tecnica? Ci sembra un ottimo passo in avanti per la stampa 3D nella realizzazione di pneumatici e ruote non trovate? Discutete in questa pagina le vostre impressioni e fateci sapere se avete provato a stampare questi cerchi magari con XT CF 20 CARBON ed il TPU 93 termopimero super resistente all'usura.




MODULI DI ARREDO STAMPATI IN 3D ELEGANTI, MODULARI E MAGNETICI PER PROGETTARE I VOSTRI ARREDI

Moduli di arredo stampati in 3D eleganti, modulari e magnetici consentono di progettare la tua nuova casa


Le idee ed i progetti “Fai da te” per la casa sono da sempre il diletto di progettisti ed arredatori di tutto il mondo, nonché di utenti esperti (e non) che si cimentano in questa divertente impresa.

Anni fa queste elaborazioni legate alla progettazione erano sempre ad appannaggio di architetti, ingegneri, geometri e tecnici che con le loro capacità progettavano e realizzavano tutti gli impianti termoidraulici e lo sviluppo della realizzazione dell'edificio prima e del suo arredo poi.

Da tempo ormai questo non avviene più, o meglio avviene in modo del tutto legato magari al solo geometra che si impegna in linea di massima ad eseguire tutti lavori. Ma oggi, grazie alla stampa 3d, non sarà più necessario andare da un architetto di fantasia solo per capire quale nuovo design sia migliore per una camera e non sarà più necessario assumere un consulente per aiutarci a realizzare un prototipo di verifica per un look innovativo.


La Stampa 3D sta prendendo autonomia, stile e convenienza ad un nuovo livello a causa della qualità tecnica offerta dalla progettazione digitale, che ci permette di studiare concetti, prototiparli, modificarli e poi stamparli in 3D per la loro verifica realizzativa, avendo la facilità di andare indietro nella progettazione, correggere gli errori, modificarli e riprogettare anche totalmente l'oggetto senza dover per forza realizzarlo e quindi spendere soldi inutilmente.


Quando si tratta di cercare di progettare il proprio soggiorno, cucina, o tutta la casa il software può aiutarci ad ottenere ciò che si desidera in poco tempo. Con il MMK 8 smithe Mews set http://iliketowastemytime.com/2015/05/29/clever-use-of-3d-printing-modular-magnetic-kitchen-construction-set-mmk appena pubblicato, si può giocare a realizzare interni e capire esattamente come impostare sia un nuovo design per la vostra casa esistente, o di lavorare su uno tutto nuovo.

Particolarmente utile per coloro che sono impegnati in interior design, architettura, o la costruzione, l'aerodinamica, modularità, ora è possibile realizzare prototipi magnetici che possono essere stampati completamente in 3D. Con una vasta gamma di opzioni, è possibile personalizzare queste incredibili mini-architetture da soli.


“In-printed magnetics' sono elementi di arredo completamente modulari che permettono di inserire e modificare nel progetto la posizione e la modularità di ogni pezzo. Il sistema, oltre che facile d realizzare è anche molti divertente da usare e permette di “attaccare” anche i pezzi più piccoli, come ciotole e piatti, alla tavola della sala da pranzo, oppure di inserire dei nuovi cassetti nei mobili da cucina.

Il set è stato creato da Yuriy Sklyar dello studio di design threefifty http://threefifty.ca/about in Sna Francisco, utilizzando una stampante MakerBot Replicator 2 Desktop 3D. I set di progettazione sono modulari e completamente personalizzabili e grazie all'utilizzo di Tinkercad, si può davvero realizzare con estrema facilità e divertimento, il setup che più ci aggrada.

Threefifty Studio è stata fondata nel 2006 dai fratelli Yuriy e Eugene Sklyar, che gestiscono gli uffici per il loro studio di design sia in California che in Canada.


Avete mai pensato di creare qualcosa di simile a questo? Fateci sapere se avete provato un test del programma e discutete con noi vostri pensieri su questa sistema di progettazione con l'uso di magneti integrati per la costruzione di oggetti stampati in 3D. Saremo felici di condividere i vostri file di progettazione!

mercoledì 12 agosto 2015

DA BigRep UN NUVO MODELLO DI STAMPANTE 3D GRANDE VOLUME STAMPA E 4 VOLTE PIU' VELOCE CHIAMATA BIGREP ONE VERSIONE 3

DA BigRep UN NUOVO MODELLO DI STAMPANTE 3D GRANDE VOLUME STAMPA E 4 VOLTE PIU' VELOCE CHIAMATA BIGREP ONE VERSIONE 3


Ci sono poche aziende che ci impressionano tanto quanto la Tedesca BigRep. Le loro macchine FDM / FFF per la stampa 3D sono di una qualità molto alta. Hanno tutte la caratteristica di un grande volume di stampa e sono in grado di fabbricare oggetti grandi come mobili. Questa nuova macchina, loro ultimo prodotto di punta, la BigRep one VERSIONE 3 è un dispositivo che sicuramente farà saltare letteralmente gli appassionati di stampa 3D E PROFESSIONISTI.

Chiamato il nuovo BigRep ONE http://bigrep.com/bigrepone/ , o il BigRep ONE versione 3, questa ultima macchina ha diversi aggiornamenti importanti rispetto alla precedente one 2 e la BigRep la lancerà sul mercato entro l'ottobre di quest'anno.

In BigRep si stanno concentrando sulla stampa di oggetti di grandi dimensioni in maniera affidabile e veloce, spiega René Gurka, CEO di BigRep. Il grande feedback da partner e clienti ha portato a numerosi spunti per la ricerca e lo sviluppo di questa nuova stampante 3D. Il nostro nuovo estrusore modulare con varie dimensioni degli ugelli permette ora di creare oggetti fino a 4 volte più velocemente rispetto al vecchio modello one2. Stampe più grandi richiedono molto più filamento perciò è stato sviluppato un nuovo contenitore di bobine contenenti fino a 10 Kg di filamento. 


Se la dimensione non era un elemento sufficiente da considerare per l'acquisto di una stamptne con grande volume come questa, forse saranno i miglioramenti nella velocità di stampa a dare un motivo in più. Non solo il nuovo BigRep Uno è molto più veloce rispetto al modello precedente, ma c'è una lunga lista di altri importanti aggiornamenti che fanno ancora più differenza.

Prima cominciamo con alcune delle sue specifiche chiave:
Peso stampante: 500 kg
Dimensioni: 1.800 millimetri x 1.850 millimetri x 2.000 millimetri
Volume di costruzione: 1100 millimetri x 1050 millimetri x 980 millimetri
Risoluzione Layer: 100 - 1000 micron
Precisione 100 micron
Letto di stampa riscaldato: Per mantenere alto il livello di qualità di stampa, la base di stampa termica è ora dotata di auto-livellamento che riduce in modo significativo il tempo di set-up
Compatibilità Materiali: PLA, PLA colorato, effetti PLA (legno, bronzo, carbonio)
Materiali di supporto PVA, HIPS

FILMATO PRESENTAZIONE: https://vimeo.com/86359588

Non solo la nuova testina di stampa modulare è ora in grado di fabbricare oggetti fino a quattro volte più velocemente rispetto alla versione precedente, ma è dotata di funzionalità di rilevamento filamento che mette in pausa la stampa se rileva che la stampante è in procinto di esaurire il materiale. Inoltre il nuovo estrusore è in grado di stampare materiali di supporto, nonché colori multipli all'interno di un unico progetto e l'alloggiamento della bobina può ospitare spools fino a 10kg di filamento per i progetti di grandi dimensioni.


BigRep propone anche una nuovo piattaforma di costruzione riscaldata che dispone di funzionalità di auto-livellamento, e per quanto riguarda l'interfaccia utente, la nuova macchina dispone di un nuovo Touch-panel più grande e più funzionale. Utilizzando una nuova interfaccia utente grafica, la stampante è incredibilmente facile da usare e controllare.

Come per i modelli precedenti, questa ultima versione di ONE dispone di un telaio in alluminio ed un volume di costruzione extra-large per cui l'azienda è diventata famosa.

Non è dato sapere dettagli sui prezzi che devono ancora essere annunciati, ma possiamo immaginare che saranno in linea con l'ultima versione della macchina, il one 2 venduta a circa $ 39.000.

State pensando di acquistare questa nuova BigRep? Fateci sapere i vostri pareri su questa macchina professionale per fare oggetti di grandi dimensioni.

venerdì 7 agosto 2015

REPORT sull'andamento mercato vendite stampanti 3D globale mese agosto 2015

REPORT sull'andamento mercato vendite stampanti 3D globale mese agosto 2015

GRAFICO 1


FILOPRINT www.filoprint.it è lieta di aggiornare il report sull'andamento delle vendite delle stampanti 3D (e tutto il suo indotto) per il mese di Agosto 2015. Grazie all'americana 3D HUB passiamo quindi queste informazioni importanti dalle quali, la prima considerazione da fare è che ad oggi, siamo a più di 20.000 stampanti 3D vendute in tutto il mondo. Ciò ribadisce il fatto che la stampa 3D si sia ormai radicata nel modo di pensare degli addetti ai lavori, appassionati e tecnici come un modo economico e veloce per realizzare i propri disegni in 3D e stamparli in 3D.

Ogni mese, la società 3D HUB https://www.3dhubs.com/ rilascia un nuovo trend report che mostra le varie statistiche mondiali sul settore. Sulla base dei dati che essi raccolgono dai loro vari centri situati in oltre 150 paesi diversi, la loro presentazione mensile di solito fornisce alcuni dati interessanti e degni di nota sull'andamento del mercato mondiale.

Il mese di luglio ha visto 464 nuove stampanti 3D inviate per l'uso del servizio di stampa, portando il numero totale di stampanti disponibili a 20.013. Mentre ci sono voluti 21 mesi per l'azienda 3D HUB a raggiungere il traguardo di 10.000 stampanti, ci sono voluti solo 6 mesi per andare da 10.000 a 20.000, questo mostra una crescita sbalorditiva che non solo 3D Hub sta vivendo, ma più in generale il settore stampa 3D a livello globale.

Il settore stampa desktop 3D è quello da seguire più da vicino, in quanto questi modelli di stampanti sono quelle più “popolari” e sono indirizzate praticamente ad una platea di soggetti che possono avere nelle loro case queste macchine.

Analizzando il GRAFICO 2 si evince come la classifica delle stampante desktop 3D riporti al primo posto il modello Prusa in acciaio con 45 recensioni in media 4.87 / 5 stelle. E una macchina che è una riprogettazione del modello i3 di Josef Prusa. La stampante Rapide Lite 200 3d si trova subito dietro al secondo posto con 4,84 punti ni classifica, seguita da Kossel XL con 4.8. Per chi non conosce la Rapide Lite 200, possiamo dire che è stata recentemente oggetto di una ottima campagna di successo su Indiegogo, ed è quindi una novità per questa top list di 3D HUB

GRAFICO 2


Quando si tratta di stampanti 3D industriali su larga scala (Grafico 3), la Stratasys Objet Eden 260 si posiziona al primo posto con ben 5-stelle, sulla base di 57 recensioni individuali. Questo modello è seguito da 3D Systems 'Projet 3500 HDMax, che purtroppo ha perso la prima posizione per la prima volta, portandosi ora ad un onorevole secondo posto con 4,98 punti. Un'altra stampante 3D Systems, il ProJet 460Plus completa la top 3.

GRAFICO 3

Per quanto riguarda il Trending di macchine a grande volume (grafico 4) di costruzione per questo mese, la fanno da pasdrone la Ultimaker 2 estesa, M3D Micro, e Objet24 3D. La Ultimaker 2 estesa ha visto un bel tasso di crescita su base mensile del 115% dall'inizio del mese di luglio. La stampante Micro 3D è rimasta stazionaria. Hanno colpito le aziende produttrici che hanno goduto di ottimer campagne su Kickstarter l'anno scorso con macchine ad un prezzo a partire da $ 199. Nel grafico, si vede che hanno prodotto oltre 10.000 unità, che ovviamente sono ora in vendita. Hanno visto un incremento di 104,5% MoM

GRAFICO 4


Passiamo ora alle città nel mondo dove si effettuano più servizi di stampa 3D (grafico 5), cosa questa che davvero ben valutare il polso del mercato utenti e delle loro richieste e affinità con il mondo della stampa 3D. Un termometro che fa ben sperare tutti gli addetti ai lavori.

New York è ora diventata la prima città a raggiungere ben 300 macchine in uso vendute per quanto riguarda le stampanti 3D rivolte ad un servizio di stampa. Sono seguiti da Los Angeles ed ancora la sorprendete Milano, due grandi città all'avanguardia della tecnologia di stampa 3D. Milano, sembra impossibile ma ancora per il 7 mese consecutivo è la terza città al mondo, dove si effettuano più servizi di stampa 3D e questo non solo ci fa onore, ma apre numerosi scenari per tutti gli addetti ai lavori del settore che vogliono intraprendere la strada della crescita di un business nel nostro paese.

GRAFICO 5

Per quanto riguarda la distribuzione del modello di stampanti 3D, la top 10 di questo mese rimane invariata rispetto allo scorso mese di Luglio, con la Ultimaker 2, Prusa i3 e MakerBot Replicator 2 in testa. La MakerBot Replicator 2 detiene un bel margine significativo negli Stati Uniti, mentre il Ultimaker 2 può dire lo stesso in Europa e in Asia. In Sud America, la i3 Prusa costituisce il 10,2% delle stampanti desktop 3D, seguito da due stampanti MakerBot 3D; Replicator 2 e Replicator 2X.

Grafico a torta 6

Se volete ampliare la conoscenza di tendenze in modo più completo ed eventuali altre statistiche potete rifarvi al link SOPRA indicato della HUB 3D per visionare il Trend Report ufficiale.

Cosa ne pensate dei numeri di questo mese? C'è qualcosa che vi sorprende? Discutete nel nostro blog e fateci sapere le vostre impressioni e commenti al Rapporto 3D Trends delle stampanti 3D per questo torrido Agosto 2015. Vi aspettiamo numerosi


giovedì 6 agosto 2015

SANDALI PER ADULTI E BAMBINI STAMPATI IN GOMMA FILAFLEX By Recreus

SANDALI PER ADULTI E BAMBINI STAMPATI IN GOMMA FILAFLEX By Recreus

FILOPRINT
www.filoprint.it propone per la sua affezionata clientela, sempre a multipli di 10 metri per test e verifiche, un nuovo filamento in GOMMA davvero incredibile. Non vi è alcun dubbio che un giorno saremo in grado di realizzare ed indossare dei capi stampati con le nostre macchine 3D in casa propria. Che si tratti di abbigliamento, scarpe, cappelli, o gioielli, ci sarà un momento in cui quasi tutti questi oggetti potranno essere facilmente progettati, realizzati e stampati con una comunissima macchina 3D desktop in FFF/FDM. Questo non accadrà certamente domani, ma come diverse autorevoli fonti tecniche affermano, le aspettative di progresso della stampa 3D (capacità materiali, velocità di stampa, e la facilità d'uso), sono ormai davvero a portata di mano e a breve, saranno molto più integrate nella nostra vita quotidiana. È solo una questione di tempo!

In questa foto sotto vedete che con questo filamento è già possibile eseguire stoffe in gomma perfettamente indossabili. La stilista Danit Peleg, ha infatti da poco presentato la sua prima sfilata di alta moda STAMPATA IN 3D. 

E' stato un evento incredibile, quasi surreale ma nello stesso tempo un ossimoro di realtà. Ci sono volute 400 ore a capo per stampare il filamento in gomma della Recreus FILAFLEX  e questo solo per far capire che livello di qualità oggi siamo arrivati e quanto cose si possono già fare con questo fantastico filamento: qui di seguito il link al filmato della sfilata....vedere per credere!

FILMATO SFILATA: CLICCA QUI 

Venendo alla questione dell'articolo, le scarpe stampate in 3D devono essere confortevoli e morbide, cosa praticamente impossibile se si usa del filamento in ABS o PLA di plastica dura. Anche la mancanza di capacità di stretching e di usura è un problema con materiali rigidi sulle scarpe, perché si ha bisogno di una buona tenuta, che solo materiali flessibili è in grado di offrire. Questo è il motivo per cui la scarpa tipica è realizzata in pelle o stoffa, non plastica rigida.

Una società Spagnola, la Recreus, è il produttore di questo popolare filamento flessibile chiamato appunto FILAFLEX che noi di FILOPRINT stiamo per commercializzare in tempo per la seconda metà di Agosto 2015. Ci sono già molti usi davvero “impressionanti” di questo filamento simile alla gomma e Recreus è riuscita a produrre un filamento molto particolare che permette la stampa di oggetti come le loro scarpe da ginnastica stampate in 3DLe Sneakerbot II 3D

Sono poi usciti anche altre forme di scarpe più easy dei sandali per adulti e bambini. Sono proprio questi ultimi che evidenziamo in questo nostro articolo. Potete scaricare il modello in 3D già in formato STL direttamente nella “pagina prodotto” del nostro sito.

Le istruzioni complete ed il file 3D in formato STL, già progettato e pronto per la stampa di questi sandali sia da ADULTO che da BAMBINO, si possono trovare presso il nostro sito FILOPRINT

Garcia, fondatore della Recerus, ci ha spiegato che ha usato il software di SLICER CRAFTWARE scaricabile a questo link: http://www.craftunique.com/ che gli ha permesso di posizionare il materiale di sostegno esattamente nei punti necessari così che, una volta stampati, i supporti sono stati estremamente facili da rimuovere.


Provate ad eseguire la stampa di questi sandali utilizzando un campione di questo fantastico filamento. Ci sono molti colori a catalogo già disponibili. A breve inizierà anche la vendita a bobine da 250 grammi sempre presso di FILOPRINT. Pensiamo di implementare anche la vendita delle bobine per ottobre 2015. 


Nel frattempo guardate il video qui di seguito e fateci sapere se siete interessati a questo filamento per realizzare davvero di tutto, non solo dei sandali!

FILAMATO STAMPA SANDALO: CLICCA QUI

lunedì 3 agosto 2015

POLYMAKER INTRODUCE POLYSUPPORT NUOVO FILAMENTO DI SUPPORTO PER STAMPA 3D STAMPABILE CON MACCHINE ANCHE A SINGOLO ESTRUSORE FACILMENTE STACCABILE, SENZA LIQUEFAZIONI CHIMICHE O POST-LAVORAZIONI

Polymaker introduce PolySupport nuovo filamento di supporto per stampa 3d che si stacca facilmente senza liquefazioni o post-lavorazioni e con macchine a SINGOLO ESTRUSORE


Il filamento più popolare per la stampa 3D è di gran lunga il PLA, un materiale termoplastico che è facile da stampare, atossico e completamente riciclabile. Il problema con il PLA però è che risulta essere piuttosto fragile ed è suscettibile a danni da umidità e stoccaggio improprio in ambienti umidi. Per la relizzazione di oggetti più forti, di solito si opta per l'ABS, che però porta con sé una serie di problemi ed inconvenienti. Nonostante sia più duro e più durevole del PLA, l'ABS può essere piuttosto difficile da stampare e richiede temperature molto specifiche e di solito anche un letto riscaldato per una corretta stampa. Purtroppo però emette dei fumi tossici per il corpo umano, se inalati oltre che avere difficoltà di realizzazione per i noti problemi di “piegamento”.

Un numero crescente di produttori di materiali per la stampa 3d hanno così iniziato a spostare la loro attenzione alla produzione di materiali ad alta tecnologia, nel tentativo di limitare l'uso dell'ABS. Polymaker è già ben noto per la produzione di alcuni materiali di stampa 3D molto apprezzati.

L'ultima aggiunta alla loro scaletta di materiali avanzati di stampa 3D è il loro nuovo materiale di supporto, PolySupport. FILOPRINT www.filoprint.it è lieta di commercializzare a metri e suoi multipli, per test e verifiche tecniche di questo fantastico materiale.

Modelli 3D con geometrie complesse tendono ad essere difficili da stampare utilizzando materiali di stampa 3D standard. Più il modello è complesso nelle sue forme o spazi aperti all'interno di esso e più avrà bisogno di materiale di sostegno per portare a termine correttamente la stampa 3D.

Generalmente il materiale di sostegno viene aggiunto come ultimo passo prima di inviare all'analisi del programma di SLICING e la relativa stampa 3D. Questi supporti sono collegati all'oggetto principale in modo tale da renderli facilmente separabili dall'oggetto primario. Purtroppo 'facile' di solito questa operazione di distacco non lo è affatto. I supporti possono essere rimovibili ma serve molto tempo ed attenzione per il distacco. Inoltre la cosa può complicarsi in quanto molto spesso il modello può essere danneggiato irrimediabilmente perchè il supporto si è troppo “attaccato” ad esso.

Singolo e doppio estrusore

La caratteristica più eclatante di PolySupport ™ è quella di poter essere utilizzato su entrambe le stampanti dual e single-estrusione. Può essere utilizzato come materiale di supporto dedicato (con macchine a doppio estrusore), oppure come unico filamento usato sia per il modello che come materiale di supporto (macchine a singolo estrusore). In entrambi i casi, la struttura di supporto può essere facilmente rimossa. Quindi, non importa quale stampante si possiede perchè questo tipo di filamento si può usare in entrambe le macchine a singolo o doppio estrusore. Ovviamente per la stampa a singolo estrusore sarà solo il materiale POLYSUPPORT ad essere estruso con un unico colore bianco opaco come quello che si può notare nelle foto.

Per fare un esempio, di seguito trovate tre immagini di testing, stampate con diverse esigenze di supporto su stampanti diverse. Il cubo di Hilbert, stampato sul Makerbot Replicator 2X con base PLA (nero) standard e PolySupport (bianco) come materiale di supporto. Il supporto è stato rimosso in meno di 3 minuti con un paio di piccole pinzette.

The Peel Bunny (scaricabile dal programma Meshmixer) è stato stampato sul FlashForge Creator Pro. Anche qui è stato usato un semplice standard PLA (rosso) di base al modello e PolySupport (bianco) utilizzato come materiale di supporto, il supporto è stato rimosso meno di 2 minuti.



Questi due esempi sono stati ovviamente stampati con macchine a doppio estrusore

Infine, L'ultimo oggetto il teschio, celtica Skull progettato da 3DWP è stato stampato su una Up Plus di 2° generazione. Questa stampante monta un singolo estrusore e quindi il modello di teschio è stampato nello stesso materiale POLYSUPPORT sia come materiale di base che quello di supporto. Questo modello dimostra che anche quando si stampa con lo stesso materiale POLYSUPPORT si possono creare modelli puliti e con un aspetto molto professionale di un bel colore perla. Il supporto per questo modello è stato rimosso in meno di 7 minuti e, come si può vedere, anche in fase di stampa PolySupport è un materiale che non lascia residui di supporto o danni alla superficie.


Il nuovo materiale PolySupport di Polymaker è stato progettato per essere facilmente rimosso a mano, senza danneggiare la finitura del modello finale. Non solo questo permette di ridurre drasticamente la quantità di tempo per il distacco, ma elimina virtualmente la possibilità di danneggiare il modello durante il processo di pulizia. PolySupport può essere stampato in modo corretto a 220-240 ° C e NON è richiesto un lettino riscaldato. E' stato anche formulato per essere abbastanza forte da essere utilizzato come qualsiasi altro materiale PLA, su stampante a singolo estrusore. Si può anche includere il rafting per una base più solida e priva di ritrazioni ed i supporti realizzati risultano essere molto facili da rimuovere, come quando vengono stampati con un secondo materiale su una stampante 3D a due estrusori.

Infine con POLYSUPPORT si elimina l'obbligo di immergere l'oggetto in acqua o LIMONENE ed attendere ore per la completa soluzione del materiale di supporto.

Molti designer che attualmente lavorano in 3D, fanno di tutto per evitare di usare il supporto nei loro progetti, optando invece per creare diversi pezzi meno complessi da assemblare in seguito.
Con PolySupport viene annullato questo problema dando la possibilità di realizzare oggetti con grandi sbalzi in altezza e profondità, prevenendo problemi di stampa a causa della mancanza di supporto. FILOPRINT crede che questo materiale sia fortemente indicato ai progettisti industriali che vogliono liberare la loro creatività e seguire così nuove strade più facili e perfettamente realizzabili per i loro progetti avanzati.

Date un'occhiata al video che dimostra quanto bene funzioni questo materiale PolySupport: